Romeo Foffani

 

 

Merlot

Quel grappolo
che portai di nuovo
a mia madre
sul letto
dell’ospedale
perché sentisse
ancora
da lontano
il profumo
della sua
terra

 

scritto da Giovanni Foffani
ricordando la madre Maria Teresa Calligaris

 

Quattro generazioni legate al genius loci dell’antica casa di Clauiano.
Giovanni Foffani, ora conduttore dell’azienda assieme alla moglie Elisabetta Missoni, dopo una carriera professionale nei mondi dell’ingegneria e della finanza, si occupa da oltre 20 anni a tempo pieno dell’azienda agricola di proprietà in discendenza materna, Calligaris.

Giovanni, assieme al valido collaboratore Massimiliano Vecchiato, prende tutte le decisioni tecniche ed operative in vigneto ed in cantina e si occupa direttamente dei mercati esteri.
La moglie Elisabetta, con Nicoletta Gottardo, segue principalmente l’accoglienza e l’organizzazione di eventi.
Guglielmo, ingegnere biomedico e musicista, contribuisce con la sua creatività alle decisioni di cantina, mentre Lorenzo, specialista di comunicazione, cura particolarmente gli aspetti di immagine e Marketing.
Il nipote Romeo, nella foto in alto, sta già correndo verso il suo futuro, mentre Diego, più grande, inizia a guidare il trattore in giardino.

L’  azienda agricola risale ancora a inizio 1500, con produzione di vino documentata nel 1789.
Dopo la seconda guerra mondiale, vennero vendute molte proprietà in paese. Negli ultimi decenni, Giovanni Foffani, divenuto unico proprietario, ha concentrato l’attività nella coltivazione del vigneto di 10 ettari, situato in continuazione del giardino, e nella produzione di vino di alta qualità in bottiglia, ben valutato dalle guide del settore e venduto in Italia, in Europa ed in tutto il mondo.

Nell’ azienda vinicola, i metodi di coltivazione delle vigne e di gestione della cantina sono il frutto coerente di una filosofia di rispetto ambientale e di equilibrio nell’eleganza dei luoghi e dei prodotti, che si accompagna anche alle espressioni artistiche ed architettoniche realizzate in azienda.
Negli anni, partendo dalla coltivazione del vigneto, Giovanni ha dotato l’azienda vinicola delle più moderne attrezzature per la cantina e l’imbottigliamento. Con una produzione totale di bottiglie inferiore a 100.000, le attrezzature vengono utilizzate in piccola scala di lavorazione, per assecondare le evoluzioni naturali dei diversi vini, accompagnandole verso  le produzioni di nicchia tradizionali del Friuli e creazioni originali, ben apprezzate dai mercati, come il Merlot Bianco o, recentemente, il Pinot Grigio Ramato.

La Dimora Storica Foffani-Calligaris ed il Borgo di Clauiano, tra i Borghi Medioevali più belli d’Italia, fanno da cornice agli spazi ed alle attività dell’azienda.