Category: Sauvignon

Sauvignon 2020: tanta, tanta, tanta roba!

E’ di pochi giorni fa la notizia che Merano Wine Hunter ha assegnato l’Award Rosso al nostro Sauvignon Superiore 2020: beh, dai, un po’ ce lo aspettavamo. Era tanta roba già in vasca, mentre evolveva da mosto a vino.

Colore : giallo paglierino con riflessi caldi
Naso: si annuncia già mentre stappi la bottiglia, poi quando lo versi nel bicchiere ti avvolge una nuvola di fiori con accenti di liquirizia dolce e melone maturo. (Tanta roba!)
In bocca è pieno, ricco, abbondante. Gran carattere, tipico e come sempre il FATTORE “E” (ovvero ELEGANZA) è ai massimi. L’opulenza del naso si riflette anche nelle tante sfumature che magnificano il palato. (Tanta, tanta roba!)

Con tutta questa personalità, gli abbinamenti sono (anche quelli) TANTA ROBA: cibi speziati, curry, cucina esotica, parmigiano ben stagionato. E poi ancora: cozze, crostacei, aragosta, granseola, riso con zafferano, paella.
Tartufi, asparagi. E molto altro. Insomma, il chorus è sempre quello: tanta, tanta ma tanta roba davvero!
Avete già le papille gustative in agitazione? Passate pure da noi per assaggiare questo gioiello. Ma mi raccomando, vestiti eleganti che lui ci tiene 😉 !!!

FAI IN FRETTA, FAI IN FRETTA, C’E’ LA PROMO CHE TI ASPETTA !!!

ULTIMI GIORNI
per fare scorta di vini DueBicchieri a prezzo superscontato!!

20% di SCONTO su due nostri vini DUEBICCHIERI Gambero Rosso 2020:
Sauvignon Superiore 2018  DOC e
Pinot Grigio Superiore 2018 DOC

Clicca sul vino ed entra subito  nello shop

Solo fino al 30 APRILE sei ancora in tempo a fare scorta di questi due vini di altissima qualità
che hanno ottenuto DueBicchieri sulla Guida Vini del Gambero Rosso.
Ti aspettano nel nostro E-shop e con consegna superveloce arrivano fino a casa tua CON POCHI CLICK.

 

Promozione non cumulabile con altri coupons.

Pasqua 2020? 20% di sconto sul tuo acquisto online!

Pasqua 2020 per i nostri Clienti Online

20% DI SCONTO su due nostri vini 2 BICCHIERI Gambero Rosso 2020:
Sauvignon Superiore 2018  DOC e
Pinot Grigio Superiore 2018 DOC

Clicca sul vino ed entra subito  nello shop
Per ordini superiori a 150 Euro IL TRASPORTO E’ GRATIS!


Affrettati!! QUESTA SUPERPROMO E’ VALIDA SOLO FINO AL 30 APRILE!
Noi siamo con voi

Promozione non cumulabile con altri coupons.

Distanti, ma Insieme con un Click!

Clauiano chiama Resto Del Mondo, rispondi Mondo!

 Volevamo solo dirvi che ci siamo. Abbiamo cercato di spiegare alle piante il concetto di “lockdown” ma in primavera non ci prendono in considerazione… 

Stiamo tutti bene, le vigne procedono, andiamo avanti. Adesso online c’è il nostro nuovo e-shop: il nostro vino arriva con un paio di click fin dentro casa vostra, tanto per non perdere le buone vinabitudini!

Cercateci su https://foffani.it/shop/ o cliccate sulla pagina “SHOP” del nostro nuovo sito!
Saremo anche distanti per adesso, ma possiamo essere lo stesso insieme a voi sulla vostra tavola! Noi siamo con voi, voi siete con noi?

 

 

 

 

AWARDS

Awards Gambero Rosso 2016-2010
Pinot Grigio Superiore DOC
2014-2 Bicchieri / 2017-1 Bicchiere / 2018-2 Bicchieri
Sauvignon Superiore DOC
2014-1 Bicchiere / 2015-1 Bicchiere / 2016-2 Bicchieri / 2017-1 Bicchiere / 2018-2 Bicchieri
Merlot Bianco
2014-1 Bicchiere / 2015-1 Bicchiere / 2016-1 Bicchiere / 2018-1 Bicchiere
Friulano DOC
2015-2 Bicchieri / 2016-2 Bicchieri / 2017-1 Bicchiere /2018-1 Bicchiere
Refosco dpr DOC 
2012-2 Bicchieri / 2016-1 Bicchiere
Merlot DOC 
2015-2 Bicchieri
Moscato Rosa
2013-1 Bicchiere

 

Punti Luca Maroni (in centesimi) 2014-2018
Pinot Grigio Superiore DOC
2014: 87 / 2015: 86 / 2016: 90 / 2017: 88 / 2018: 87
Pinot Grigio Ramato DOC
2018: 89
Sauvignon Superiore DOC
2015: 87 / 2016: 89 / 2017: 90 / 2018: 90
Friulano DOC
2015: 86 / 2016: 88 / 2017: 89 / 2018: 88
Merlot Bianco
2014: 88 / 2015: 88 / 2016: 88 / 2017: 90 / 2018: 90
Moscato Rosa
2013: 91 / 2014: 87

PAELLA TIME e Sauvignon Superiore 2017 Foffani: guarda l’orologio!!

Sauvignon Superiore 2017 Foffani: non so da dove cominciare

Cominciamo dalla fine, vi va? Stavolta voglio partire dall’abbinamento, e andare a ritroso. Sarà un viaggio avventuroso, promesso. Con Sauvignon Superiore di Foffani come navigatore. Allacciate le cinture, anzi no, procuratevi delle robuste presine.

Prendi una paella, dille che l’ami, senti la fragranza di tutti quei buoni ingredienti, che sia calda fumante nella sua apposita pentola (ecco il perchè delle presine). Abbonda pure con lo zafferano, il pepe, le spezie. Mettici  il pollo, e se vuoi anche il pesce. Condisci, insaporisci, sbizzarrisciti. Falle fare quella crostina marrone. Lo senti il profumino? Io si. Prendi ora la tua bella bottiglia di Sauvignon Superiore, direttamente dal frigo, fredda. Versa nel bicchiere. Lo so, non sai deciderti se annusare la paella o il vino.

Il Sauvignon è a casa sua con tutti quei profumi. Regge benissimo una carne bianca, ed ovviamente un pesce. Le spezie gli fanno da contorno, perchè vuole essere protagonista.

Degustazione Time

dav

Per prima cosa ti accorgi di quanto è “pieno”: non ti lascia nessun angolo della bocca vuoto, attiva le parti che sentono l’acidità, quelle che sentono la mineralità, quelle che sentono corpo e morbidezza. Vellutato e pieno, perfettamente armonico. Pancia mia preparati che tra un pò arriva la paella, dammi ancora un attimo che questo Sauvignon mi acchiappa tutti i sensi, perchè non é uguale ai soliti Sauvignon.

In retronasale vengon su profumi inaspettati, tipo la liquirizia, la salvia, erbe aromatiche. E allora, concentriamoci sul naso: stratificato, fine, complesso, perfettamente equilibrato, va dai gigli bianchi alle pesche, oscilla tra frutti e fiori, profuma perfino di tiglio e gelsomino. C’è un mondo lì dentro: fiori di limone, zagare, tutti profumi dolci e decisi. Ma proprio tanti.

Avrà pure qualcosa che non va, questo Sauvignon, no? Controlli gli archetti: paiono dipinti in treD, perfetti, netti, scolpiti. E lenti a lacrimare. Gli archetti sono gli addominali di un vino. Da lì vedi se un vino è in forma, o se solo te la racconta.
E a parte la paella, con cosa lo berrei? Dunque vediamo: del pesce con contorni saporiti ho già detto. Formaggi molli con carattere, crostini di pane al sesamo con salse speziate, e poi ecco, sì…. un’intera tavolata di antipasti di pesce, appetitosi e sfiziosi. Ma anche cucina orientale, pollo al curry e mandorle… e così via.

Time is Now!

Dopo tante riflessioni, è ora di abbinare. Pancia mia, fatti capanna, è PAELLA TIME.
Bevendo dal bicchiere ormai sudato il prezioso succo, ti chiedi se il Sauvignon 2017 sia anche capace di fermare il tempo. Non in eterno, ovviamente, ma una mezz’oretta però non sarebbe male.

Prendi una paella, dille che l’ami, prendi una forchetta. Prendi il Sauvignon Superiore Foffani, dì anche a lui che lo ami, versalo in un bel bicchiere. Immergiti nell’esperienza al 100%.

Se poi hai ancora dubbi, guarda l’orologio, e stupisci.

 

SAUVIGNON FOFFANI 2016 E IL TARTUFO SOLITARIO

C’era una volta un Tartufo tutto solo nel frigo

C’era una volta un Tartufo. Aveva alta autostima e conosceva bene il proprio valore. Aveva sentito la cifra mentre passava alla cassa del negozio di specialità alimentari.

No, questa non è la solita favola. E’ una storia vera, il Tartufo Solitario è veramente esistito, in un frigo di amici, in una cucina di una casa di un piccolo borgo in Umbria. E quando si dice Umbria, si dice TARTUFI!
Ma torniamo al Tartufo Solitario con alta autostima: se ne stava chiuso in un contenitore Tupperware azzurrino, tutto ben impacchettato perchè il suo speciale profumo non andasse disperso. Solo, dentro a un Tupperware: non era minimamente divertente. Figurarsi poi per un Tartufo con tutta quell’autostima. Egli pregava tutti i giorni: “Ti prego, Signore dei Tartufi, voglio finire la mia vita in un’esplosione di sapori, in un fuoco d’artificio di gusto e gioia, voglio rendere felici più persone possibili, ti prego Signore di Tartufi, non lasciarmi qui solo in questa scatola!”

Lui non lo sapeva, ma nella torrida estate del 2017 stava arrivando aiuto per lui, dal Nord: una persona, con l’auto carica di ottimo vino FOFFANI, stava affrontando tratti di strada con temperature fino a 43 gradi, diretta verso del borgo, e sì, addirittura verso quel frigo. Proprio quel frigo. Il vino era ben protetto nel bagagliaio, con l’aria condizionata a manetta.
Appena arrivata, un paio di bottiglie di Sauvignon 2016 finirono nel frigo… proprio in quel frigo. Il Tartufo sentì un brivido: che stava succedendo? forse che le sue preghiere al Signore di Tartufi erano state ascoltate? La sua Tartufanima seppe che c’era ancora SPERANZA.

dav

Tartufo, Fettuccine und Sauvignon Foffani

Nell’animata cucina era iniziata l’organizazione della cena: venne messa a bollire acqua, lo scalogno venne tagliato, il prezzemolo tritato finemente, e un sacco di ottimo olio d’oliva umbro venne versato in padella. L’aria era già piena di profumini appetitosi, quando una mano femminile tolse la scatola azzurrina dal frigo e la aprì. Sì. il Signore dei Tartufi aveva ascoltate le sue preghiere, eccome! IL MOMENTO ERA ARRIVATO!

Il Tartufo con alta autostima poté finalmente far sentire a tutti il proprio valore: gli umani presenti in cucina praticarono alcune inalazioni profonde e intonarono poi un concerto di “OOOOOhhh”, “Aaaahhhh” und “MMMMhhh” che durò per un pò.  Il Tartufo pensò che parlavano decisamente strano, tuttavia era già tanto felice.  Le fettuccine finirono nei piatti, ed egli venne grattugiato, espandendosi a dismisura nella cucina affollata. Egli aspettava l’esplosione di felicità, commenti, esclamazioni entusiasti.
Invece…. scese il silenzio. I bicchieri riempiti di Sauvignon bello freddo tintinnavano, venivano svuotati e riempiti, le mandibole masticavano e masticavano, e più di qualche sommesso “mmmmhhh” non si sentiva.

“Ehi!!!! ma… ma…..? Ma i miei fuochi d’artificio di sapori e delizia del palato…. dove sono? solo questo mormorio di mmmmhhhh e un lieve tintinnio…..? “
Il Tartufo ormai quasi finito ebbe un attimo di panico. In quel momento però uno dei commensali, probabilmente il padrone di casa, si alzò in piedi, e levando in alto il bicchiere, disse con aria seria: “Caro Tartufo Umbro, ti ringraziamo per questa esperienza. Grazie a te, ricorderemo a lungo questa cena. Perché non è stata una cena, ma un’esperienza paradisiaca. Alla tua salute!!!” Tutti gli altri commensali levarono i loro bicchieri….. e le ultime briciole di tartufo finalmente compresero.   

Tutto è bene ciò che finisce a fettuccine e tartufo

Il Signore dei Tartufi gli aveva riservato una vera a propria Ascensione, concedendogli di terminare la propria esistenza nel SACRO SILENZIO che si crea quando Fettuccine, Tartufo e Sauvignon SI INCONTRANO.  Egli era stato designato a portare un po’ di paradiso in terra a un piccolo gruppo di umani che se l’erano meritato.

Il Tartufo con alta autostima finì nel Paradiso dei Tartufi, portando con sé anche il Sauvignon Foffani.  Gli Umani indugiarono al tavolo ancora un po’ spazzolando anche le ultime briciole di tartufo dai piatti. Dopo un po’ decisero di aprire un’altra bottiglia di Sauvignon Foffani.

Tutto è bene, ciò che finisce a Fettuccine e Tartufo

sauvignon

 

SAUVIGNON FOFFANI E IL SUO PRIMO COMANDAMENTO

SAUVIGNON BLANC

Sauvignon-2015-SUP-light

Sauvignon? E quella voce suadente disse -ovviamente sottovoce- : “Dovrà essere ELEGANTE”

Di chi era la voce ancora non ve lo diremo. Vi diremo invece che il  SAUVIGNON 2015 FOFFANI resta fedele al suo trend di sempre: l’eleganza prima di tutto. Anche prima dei profumi. Perché i profumi passano, ma l’eleganza è come un tubino nero, sta bene sempre e in ogni occasione.

Eleganza è essenzialmente EQUILIBRIO: la giusta quantità di profumi di peperone, pompelmo e salvia, con quel giusto che di “pepato” che stuzzica il naso. E’ un vino per chi pensa che il Sauvignon possa e debba essere fine, secco e morbido. Degno figlio di un terroir che già di per sé regala un prodotto equilibrato, questo vino di Casa Foffani vince nel lungo percorso, perché non ti stanca mai. Anno dopo anno, ancora e ancora si conferma campione di delicatezza e discrezione, ma con la sua bella personalità.

L’abbiamo lasciato essere naturalmente elegante. E se la vendemmia 2014 è andata esaurita già in autunno, figuriamoci l’annata 2015.

Come? Ancora vi chiedete di chi era la voce? Ma dell’uva, ovviamente! 😉

ETICH-SAUVIGNON-15-web